,

Straordinaria partecipazione a “Una vita da Fiaba”

3

Una serata di premiazioni, sport e spettacolo. Domenica scorsa, protagonisti assoluti sono stati tantissimi giovani, che hanno sfilato, danzato e cantato nella gremita piazza Duomo di Acireale.

La sfilata “La Bellezza non ha barriere”, in occasione della dodicesima edizione di “Una vita da Fiaba”, è stata un vero successo, un’esplosione di gioia e di entusiasmo da parte di bambini, ragazzi e adulti, anche in carrozzina, accompagnati dalle loro famiglie e amici durante una serata di festa e di vera inclusività.

La manifestazione, molto attesa ogni anno, è stata organizzata dall’associazione Life Onlus, patrocinata dal Comune di Acireale, Finp, Fisdir, Cip e Csve e condotta da Antonello Musmeci, insieme a Martino Florio, presidente della Life, e ad Agata Giudice, responsabile del settore danza dell’associazione.

L’evento è stato dedicato non solo allo sport e allo spettacolo, ma anche alla premiazione di tanti giovani diversamente abili che si sono distinti soprattutto nel mondo dello sport e di tutti coloro che si sono adoperati per favorire l’abbattimento delle barriere culturali e architettoniche: Catania al Vertice; Fondazione del Carnevale di Acireale; REI TV; famiglia Gulisano; Simona Zeta; Alice Volpi, campionessa mondiale di scherma, a cui è stato conferito il Premio Donna Fidapa.

Molti gli artisti presenti: Agata Giudice, Carmen Nucifora e Roberto Finocchiaro, che si sono esibiti con il loro famoso spettacolo di danza in carrozzina “Fantasia e Realtà” insieme al gruppo di danza “Fit Style”; il cabarettista David Simone Vinci; Debra; il gruppo acese “Durante e dopo di Noi”; Angela Pamela Parisi; Patrizia Palmieri.

Durante la manifestazione, sono intervenuti, tra gli altri, il deputato regionale Angela Foti, il sindaco di Acireale Stefano Alì, il presidente del consiglio comunale Sonia Abbotto, il presidente della Fondazione del Carnevale di Acireale Orazio Fazzio, l’assessore allo Sport del Comune di Catania e vicepresidente regionale del CONI, Sergio Parisi.